lunedì 8 febbraio 2016

E friggiamole due ciambelle per Carnevale!



A Carnevale ogni scherzo vale

Mi metterò una maschera
da Pulcinella
e dirò che ho inventato
la mozzarella.
Mi metterò una maschera
da Pantalone,
dirò che ogni mio sternuto
vale un milione.
Mi metterò una maschera
da pagliaccio,
per far credere a tutti
che il sole è di ghiaccio.
Mi metterò una maschera
da imperatore,
avrò un impero
per un paio d’ore:
per volere mio dovranno
levarsi la maschera
quelli che la portano
ogni giorno dell’anno…
E sarà il Carnevale
più divertente
veder la faccia vera
di tanta gente.

(Gianni Rodari)
 

Quante persone indossano una maschera, nella vita? Quanti recitano ruoli anche se in fondo sono dei pessimi attori?
Gianni Rodari la dice lunga con la sua poesia, ed io l'adoro !

Ma domani è martedì grasso, si conclude il Carnevale ed è concesso a tutti, ma proprio a tutti indossare una maschera e fingere, e scherzare, e ridere!
Anche  friggere, perchè no?
Per mio figlio ieri, per le mie sorelle ed i miei  piccoli  nipotini prima, anche quest'anno io ho fritto!

Ciambelle fritte zuccherate

Ingredienti
500 g di farina per lievitati macinata a pietra 
70 g di zucchero di canna
60 g di burro morbido
300 ml di acqua 
6- 8 g di lievito di birra fresco
scorza  grattugiata di 1 limone
1 pizzico di sale
zucchero semolato per la copertura q.b.
olio di semi di arachidi per friggere q.b.

Come si fa 
Fate sciogliere il lievito nell'acqua tiepida,  versatela nella planetaria con il sale lo zucchero, la farina, la scorza del limone  ed impastate fino a quando l'impasto comincia a staccarsi dalle pareti. Agiungete infine il burro morbido a piccoli pezzeti facendolo assorbire poco alla volta, continuando  ad impastare.
Quando l'impasto risulterà liscio ed incordato,  trasferitelo in  ciotola unta con olio evo e fate lievitare in luogo caldo fino al raddoppio.
Versate l'impasto sulla tavola infarinata, sgonfiatelo, lasciate riposare una mezz'ora e poi stendetelo con il mattarello dello spessore di 1,5 cm .
Con un coppapasta di 8 cm di diametro ritagliate tanti dischi e praticate un foro centrale. Procedete allo stesso modo con i ritagli fino ad esaurimento.
Fate riposate ancora 15 minuti ed infine friggete in abbondante olio di arachidi in una padella alta. 
Fate sgocciolate bene su carta assorbente ed i infine rotolate ciascuna ciambella nello zucchero semolato.
Note : Questa è una ricetta veramente facile e dalla resa sicura, riesce sempre e non bisogna perderci tempo più di tanto, lievita anche velocemente. L'impasto è profumatissimo e si presenta piuttosto morbido, pieno di bollicine e  un poco appiccicoso ma non occorre aggiungere altra farina,  basta infarinare il piano di lavoro e le mani. E poi queste ciambelline sono soffici e piacciono a tutti!
Volendo, con lo stesso impasto si possono ottenere i bomboloni, basterà, stendere l'impasto un pò più spesso e "cicciotto",  non forare il centro, preparare una crema pasticcera e farcirli!

E buon martedì grasso a tutti!
Patrizia








8 commenti:

  1. Bellissime le tue ciambelle, ne prendo una se non ti dispiace e grazie per la poesia di Rodari..!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Antonietta , piacere di leggerti qui :)!

      Elimina
  2. Quante maschere Patrizia...hai ragione! Chissà se indossiamo le nostre maschere per paura di essere giudicati dagli altri o se abbiamo paura di giudicare noi stessi...Siamo in sintonia donna sensibile. Prendo una delle tue meravigliose ciambelle e gustandola, seppure solo con gli occhi, immagino di essere li con te! Bacio grande, Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mary, le maschere delle volte possono servire, ma poi, la sincerità di mostrarsi senza paura deve avere la meglio... Grazie di cuore per le tue belle parole, è sempre un piacere per me, ti abbracci forte forte , Patrizia

      Elimina
  3. Bellissime e buonissimeeeeee!!!!
    che dici riuscirò a fare tutto nel pomeriggio? mi piaceva prepararle insieme al mio gnapetto.
    ti faccio sapere come va a finire...e intanto buon martedì grasso!!!
    kiss bella donna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccomi Fede :)! Penso che se impasti nel primissimo pomeriggio, intorno alle 14, magari aumentando di poco la quantità di lievito,riducento i tempi di riposo, tanto man mano che friggi, poche alle volta, le ciambelle lieviteranno lo stesso, riuscirai a fare tutto nel pomeriggio con il tuo piccoletto ! Un bacione grande anche a te e al tuo piccolino , a presto :)

      Elimina

Grazie per l'attenzione e per i commenti che vorrai lasciarmi :) !
Patrizia