lunedì 1 dicembre 2014

Dicembre, tempo d'Attesa...

  
Dicembre.
Tempo d'Avvento, tempo d'Attesa.
L'attesa più bella dell'anno che ci portarà a Natale, la festa che ci fa tornare tutti un pò bambini.
Una ricetta tipica della mia regione e che a casa mia ha sempre gran successo, quasi più del croccante alle mandorle che mia madre prepara così bene tanto che le sue amiche più care, le chiedono di prepararlo anche per le loro tavole! 
Sto parlando delle mandorle atterrate, o sassi d'Abruzzo, come li conosciamo noi. "Atterrate" perchè danno l'idea di piccoli sassolini sporchi di terra.
Ma questa volta non sono le mandorle le protagoniste, bensì le nocciole !
Secondo me ancora più buone delle mandorle e poi, quell'alberello di nocciolo in giardino ci dona così tanti frutti che è impossibile non utilizzarle !
Questa è la ricetta classica, ma vi basterà aromattizzare lo zucchero come più vi piace , per esempio con cannella, cacao, caffè in polvere, arancia e limone grattugiate, e avrete una ricetta personalizzata e buonissima, da portare a tavola il giorno di Natale.
Questa è la mia proposta .
E voi, cosa portate sulle vostre tavole il giorno di Natale?


Con l'augurio di una serena attesa e un buon dicembre a tutti, un grande saluto a voi ...
Io sono un pò presa questi giorni, ma ci sono e presto sarò più presente !

Patrizia



Ingredienti
200 g di nocciole
200 g di zucchero
mezzo bicchiere raso di acqua (circa 80 ml)

Come si fa
Mettete lo zucchero e l'acqua in una larga padella antiaderente , girate e portare sull fuoco per farlo sciogliere. Aggiungete le nocciole e girate in continuazione fino a quando lo zucchero prima cristallizzerà, poi inizierà a sciogliersi e caramellare . Girate per far attaccare lo zucchero alle nocciole , spegnete, fate raffreddare bene e servite !
In un barattolo di vetro carino, queste nocciole sono anche un bel regalino home made !





8 commenti:

  1. ciao carissima, io adoro le mandorle pralinate e da noi si mangiano tantissimo...amo anche la nocciola e queste foto hanno del calore e della magia da fiaba! complimenti mia cara

    RispondiElimina
  2. Buonissima la versione con le nocciole!!!

    RispondiElimina
  3. mm ne vorrei ...una bella manciata..si può?
    ;D

    RispondiElimina
  4. Ciao Patrizia carissima, mi piace tantissimo la tua proposta con le nocciole! Io preparo sempre i "nucci n'terrati" come li chiamiamo da queste parti, ma ho sempre usato le mandorle...quest'anno farò anche la tua versione!! Un abbraccio forte e a presto, Mary

    RispondiElimina
  5. In Toscana questi dolcetti si chiamano "addormenta-suocere" :-) con un po' di fantasia puoi immaginare il motivo :-P
    Buonissima e splendida idea x deliziare il palato di un amico caro o magari x far tacere un parente troppo chiacchierone :-P
    Buona settimana e a presto <3

    RispondiElimina
  6. Non conoscevo questa preparazione ma mi sembra geniale ed assolutamente perfetta per le feste.
    Qui in Piemonte le nocciole sono stupende perciò non mi farò sfuggire l'occasione di provarla. Grazie!

    RispondiElimina
  7. ...che meraviglia!!! Quanti ne ho mangiati di questi deliziosi dolcetti...e non pensavo di poterli rifare!!!
    Mi hai dato un'altra idea per i regali di Natale...grazie mille!!! Sei sempre è preziosissima!!!

    Un abbraccio grande Patrizia
    monica

    RispondiElimina
  8. Ecco, anche questa volta mi fa piacere se in questa mia ricetta avete trovato una proposta da prendere al volo, da adattare, da provare, da regalare e da gustare :) Grazie a tutte , un bacione !

    RispondiElimina

Grazie per l'attenzione e per i commenti che vorrai lasciarmi :) !
Patrizia