giovedì 13 novembre 2014

Un lago, una passeggiata e la "Gricia"



Una tranquilla e tiepida domenica, non proprio autunnale, la voglia di fare quattro passi e di ritornare a quel nostro piacere di partire senza programmare, la nostra complicità fatti di piccoli gesti e sguardi senza parole, un lago.
Protagonisti e comparse di questo post.
Sì , un lago, ma non uno qualsiasi, il lago di Campostosto, il bacino d'acqua artificiale più grande d'Abruzzo, a circa 1300 metri d'altezza sul livello del mare, circondato dalle montagne del comprensorio del Gran Sasso e Monti della Laga.
Non distante dal confine con il Lazio tanto che sconfinare è un attimo...
- E se andassimo a mangiarci una bella amatriciana? -
Una manciata di chilometri e siamo ad Amatrice.
Amatrice fino ai primi anni del secolo scorso, faceva parte del territorio abruzzese, in provincia dell'Aquila e  quindi ha tanto, per non dire tutto, in comune con la mia terra per quanto riguarda certi sapori e certe tradizioni .
Ed è proproo ad Amatrice che è nata la famosissima Pasta all'amatriciana.
Furono i pastori del luogo a crearla, con gli ingredienti che avevano a disposizione,  lassù, tra i monti dove riunivano i pascoli, pochi  poveri ma ricchi di sapore : guanciale e  pecorino !
Ed inizialmente aveva il nome di pasta alla Gricia, oggi più famosa come Amatriciana bianca.
Solo in seguito  venne arricchita dal pomodoro e nacque la Amatriciana rossa che tutti conosciamo, piatto-simbolo della cucina romana, grazie proprio agli Amatriciani che emigrarono nella capitale dove diffusero l'antica ricetta.
Una domenica di quelle che piacciono a me, di tempo lento, di calma , di quiete, di suggestivo come sa essere il lago di Campotosto, col suo azzuro incastonato tra le vette delle montagne  e del cielo.
Un lago con le sue acque invitanti e limpidissime, dove è possibile sfidare il vento praticando Windsurf e Kitesurf, oppure lasciarsi andare a pelo d'acqua e praticare il Kayak.
E d'estate, poltrire e prendere il sole.
Ma anche dove pedalare, o andare a cavallo percorrendo il lungolago o semplicemente dove fermarsi in una delle varie aree attrezzate e allestire un pic nic o un barbecue .
Sicuramente meta di innumerevoli gite fuori porta di tante comitive e di famiglie  di amici.
A me piacerebbe girarlo in moto , oltre che in bicicletta, mi manca ancora :) !
Nel salutarvi, lascio la ricetta dell'Amatriciana bianca, che io ho riprodotto a casa mia con le mezze maniche, siamo su un blog di cucina d'altra parte!


PASTA ALLA GRIGIA


Ingredienti 
per 4 persone
400 g di mezze maniche
250 g di guanciale a fette spesse
150 g di pecorino grattugiato
sale, pepe
ovio evo 
peperoncino piccante

Come si fa
Mettete e bollire una pentola con l'acqua ed il  sale.
Tagliate a listarelle il guanciale, mettetelo in una padella con 1 -2 cucchiai di olio evo, aggiungete il guanciale e lasciate soffriggere a fuoco dolce per due, tre minuti. Non ho aggiunto sale in quanto il guanciale è già saporito di suo, eventualmente assaggiate.
Fate cuocere la pasta  per il tempo di cottura indicato sulla confezione,  scolatela e fatela saltare velocemente con il guanciale preparato, aggiungete il pecorino, lasciandone un pò da parte  e lasciate che si sciolga col calore. Togliete dal fuoco.
Aggiungete una generosa grattata di pepe nero macinato al momento, peperoncino piccante se lo gradite,  guarnite con il pecorino rimasto e servite immediatamente ben calda !
Una pasta semplice e veloce da preparare ma di grande soddisfazione e sapore.
Ovviamente è il guanciale che fa la differenza, dal sapore decisamente diverso e più saporito  da quello della pancetta essendo due tagli differenti. 
Note : Al posto delle mezze maniche potete ovviamente usare i classici spaghetti.
Nella ricetta originale l'olio evo di solito non si mette, in quanto c'è già il guanciale che rilascia il suo olio, quindi potete ometterlo.
Perchè "Gricia"? Molto probabilmente  dal  termine con il quale venivano apostrofati gli abitanti delle zone appenniniche :  “Grici”!




Il lago di Campotosto


















Amatrice
 
Amatrice

15 commenti:

  1. Che bel reportage fotografico Patrizia e che posto stupendo!!!
    Passare qui da te è sempre un piacere, sia per gli occhi che per il palato!!
    Un mega abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmen, tu sei sempre tanto gentile :) un abbraccio !

      Elimina
  2. Un posto da sogno immortalato benissimo e un piatto tutto da mangiare!!!!

    RispondiElimina
  3. Quanto è buona questa pasta! Il tuo racconto mi ricorda una delle prime uscite con mio marito, così, a zonzo! E l'uscita alla fine si è risolta con una bella amatriciana ad Amatrice. Poco romantico ma molto gustoso! :)
    Bellissime anche le foto Patrizia cara!
    Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione carissima, poco romantico ma tanto gratificante :) ! Però sai, essere stati prima al lago è stato davvero rilassante !
      Grazie di cuore, sei un'amica preziosa per me ! Ti abbraccio forte ...

      Elimina
  4. quante belle cose si imparano qui! bellissime foto e pasta super golosa
    amelie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono felicie Amelie... sei sempre tanto gentile quando passi di qua :) un bacione !

      Elimina
  5. che posti meravigliosi, che belle foto e che buona la tua pasta...passo da te a pranzo, lo farei davvero con immenso piacere, chissà che un giorno! ciao carissima, ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari Ale, un bel pranzetto io e te, sai quante cose che potremmo raccontarci, ma chissà, un giorno lo faremo ! Un abbraccio e grazie piccola :)

      Elimina
  6. Che bellissime foto rilassanti, come non amare posti così affascinanti. Ti ringrazio di avermi fatto conoscere questa parte d'Italia che non conosco e naturalmente, visto che è un blog di cucina, complimenti per quel meraviglioso piatto di pasta buonissimo e tanto ben fotografato!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Laura :), si capisce che amo la mia regione ? E sono felice che anche voi l'apprezziate !
      baci e a presto !

      Elimina
  7. ma che bel post Patri! bravissima come sempre a regalarci tante emozioni..colori e sapori
    le mie amiche mi hanno portato al lago ..di scanno ..può essere? spettacolare.. magico quasi
    la prossima volta mi faccio portare a mangiare la AMATRICIANA, visto che ora so anche un po' di storia
    grazie mille cara
    a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scanno? Ma certo che si, il lago di Scanno è una vera perla , come lo è il borgo antico ! Un posto meraviglioso che le mie conterranee abruzzesi hanno fatto bene a farti conoscere :) ! Qui siamo al confine opposto invece, ma comunque un luogo che merita...
      Magari la prossima volta ci andiamo insieme, che dici, a mangiarci una Amatriciana !
      Un bacione e grazie cara :)

      Elimina
  8. Ciao Patty. Arrivo qui grazie alla tua visita e devo dire che il tuo blog mi ha subito conquistata. Le foto di questi paesaggi stupendi regalano un meraviglioso senso di pace.
    A presto e buona giornata

    RispondiElimina

Grazie per l'attenzione e per i commenti che vorrai lasciarmi :) !
Patrizia