mercoledì 9 luglio 2014

Ho tempo...



Gli animali si riunirono in assemblea e iniziarono a lamentarsi che gli esseri umani non facevano altro che portar via loro qualcosa.
 "Si prendono il mio latte", disse la mucca.
"Si prendono le mie uova", disse la gallina.
"Usano la mia carne per farne pancetta" disse il maiale.
"Mi danno la caccia per il mio olio", disse la balena.
E così via.
Infine parlò la lumaca. "Io ho qualcosa che a loro piacerebbe avere, più di ogni altra cosa.
Qualcosa che mi porterebbero sicuramente via se potessero. Ho tempo".

Avresti tutto il tempo del mondo, se solo te lo concedessi.
Che cosa ti impedisce di farlo?

(Anthony De Mello)
Quando arriva luglio un pò del mio tempo me lo riprendo. Le giornate lunghissime dilatano tutto, lasciando la sensazione che le  ore a disposizione siano molte di più.
Sicuramente anche per questo amo l'estate.
La sua luce.
Posso rubare il tempo e plasmarlo, spalmarlo,  diluirlo.
E comincio a pensare alle vacanze.
Mentre pedalo controvento e respiro l'aria salmastra del crepuscolo, tra i gabbiani che planano e ritornano al mare, la spiaggia tutta per loro. L'ora più bella.
Una volta a casa, tiro fuori uno stampo da crostata comprato in un grandissimo magazzino in Baviera proprio d'estate, e ci metto dentro per l'ennesima volta, la mia crostata, una delle ricette classiche e che i miei ragazzi adorano e che amano mangiare in qualsiasi stagione.
Ho anche un ultimo barattolo della loro marmellata preferita, quella d'uva nera, non quella fatta in casa da mia madre, che finisce sempre  troppo presto, ma di una piccola azienda artigianale abruzzese che la fa così buona e simile alla nostra home-made!
Perchè  la crostata con la marmellata d'uva nera, la nostra, è qualcosa di tanto buono.
E profumato.  E semplice.
Lo so, si dovrebbe chiamare col suo nome corretto, "confettura", ma da tempi immemori noi la chiamiamo così !

Ingredienti
per 1 stampo da 24 cm
280 g di farina 00
100 g di zucchero
2 cucchiaini di lievito per dolci
125 g di burro freddo
1 uovo
scorza grattugiata di 1 limone
1 barattolo di marmellata a piacere  (uva nera per me)
zucchero a velo

Come si fa
Mescolate in una ciotola , la farina, il lievito e lo zucchero . Aggiungete al centro l'uovo e la scorza del limone e cominciate ad amalgamare aggiungendo man mano ,  il burro freddo tagliato  a pezzetti.
Lavorate velocemente fino a formare un panetto morbido e compatto.
Imburrate ed infarinate uno stampo da crostata, stendeteci più dei 2/3 dell'impasto aiutandovi con le dita. Non stendo mai con il mattarello, è una preparazione rustica e tale la lascio. 
Formate un bordino più alto all'estremità dello stampo. Versate la marmellata sull'impasto e livellate con un cucchiaio .
Su una tavoletta stendete la pasta rimasta in piccoli cilindri e formate la griglia sulla base.  L'impasto è morbidino, ma non aggiungete farina, questa frolla è buona così ! Almeno a noi piace tantissimo !
Cuocete in forno preriscaldato a 180° per mezz'ora.
Sfornate, fate raffreddare e cospargete di zucchero a velo .

Buona serata e.... felice luglio !









13 commenti:

  1. che crostata buonissima...ma questo tipo di confettura è tipica dell'Abruzzo, vero? ne ho un paio di vasertti ma devo ancora utilizzarla! :) brava la mia patty!

    RispondiElimina
  2. Patriziaaaa!!!
    Ma la tua ricetta è quasi come la mia... con il lievito che rende la frolla un po' più tenera!!!
    Sempre più in sintonia, noi due.
    Bacioni a mamma Dora.
    E a te, naturalmente.

    Valeria

    P.S.: Bellissimo, il passo all'inizio del post!


    RispondiElimina
  3. Che bel post in lilla!!!! ^_^
    Buonissima questa crostata!!!
    Ciao ciao

    RispondiElimina
  4. E' davvero perfetta e già solo a vederla e a leggere le tue parole, ci si senti a casa, al riparo e sereni..che meraviglia!

    RispondiElimina
  5. CIAO PATRIZIA , QUESTA CROSTATA E' DAVVERO MOLTO BELLA E BUONA SICURAMENTE ,MI PIACE MOLTO .......UN ABBRACCIO

    RispondiElimina
  6. Ciao Patrizia, quanto mi piacerebbe pedalare affianco a te e respirare l'aria salmastra.
    Una crostata speciale.
    Un bacione












    RispondiElimina
  7. Una crostata è sempre perfetta, in ogni occasione. Anche da me è uno dei dolci più gettonati! Eppoi, dopo una giornata passata in un luogo incantato come il tuo, cosa c'è di meglio del dolce delle mamme per antonomasia!! Un abbraccio Patrizia e a presto, Mary

    RispondiElimina
  8. fa venire voglia di addentarla.....magari inzupparla anche in una tazza di latte un abbraccio simmy

    RispondiElimina
  9. Saranno le tue parole cosi calde e avvolgenti, sarà la descrizione del tuo tempo dedicato al mare e al piacere delle vacanze, sarà questa crostata che parla di buono e di casa ma per me oggi il tuo post é pura magia!!! Un bacione grandissimo,Imma

    RispondiElimina
  10. quella fetta di crostata accompagnata dalle tue dolci parole e da un pò di tempo che ho a disposizione sono tutto quello che ci vuole,un bacione

    RispondiElimina
  11. Ciao Patrizia! Hai proprio ragione.. L'estate è una stagione unica :) Condivido in pieno le tue parole...e anche una fetta della tua graziosa crostata!
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  12. Ciao, il tuo blog è stupendo e questa crostata è deliziosa, complimenti. Grazie per esserti unita ai miei lettori, mi ha reso tanto felice. Un abbraccio e a presto!!!:-)

    RispondiElimina
  13. Mi hai quasi fatto venire voglia di mare con le tue foto e le tue descrizioni ! Anch'io amo l'estate, sempre e comunque. Potrei amarla anche solo per il tempo dilatato che mi regala. Un bacione !

    RispondiElimina

Grazie per l'attenzione e per i commenti che vorrai lasciarmi :) !
Patrizia