mercoledì 23 luglio 2014

Anima agreste, Anima nera


Pedalare costeggiando il mare.
E' uno dei miei "rituali" preferiti, quando durante la bella stagione, ogni sera, smessi gli abiti da lavoro, finalmente respiro!
Quel pezzetto di ciclovia  ha di  bello i colori che amo. 
Niente automobili, niente traffico nè semafori, solo  sole, mare, verde e  venticello.
Ed io lascio vagare la mente, fin quando si perde nei meandri più belli che conservano i miei ricordi di bambina.
L'essenza della mia anima  si esprime al meglio  quando aleggia tra  campi e spazi aperti e luminosi,  ritrovando pezzetti di vita intrecciati tra loro di quando, spensierata e felice, correvo tra fiori di camomilla,  col mio cagnolino tutto nero. 
Ritrovo i giorni pigri ed assolati,  l'eplosione meravigliosa della natura, i fiori selvatici e colorati, le margheritine che intrecciavo facendone collane, il profumo dell'erba  dei campi, i frutti succosi e maturi degli alberi dei nonni, le more selvatiche di rovo che graffiavano le mie braccia, i legnetti di liquirizia succhiati, che lasciavano quel sapore dolciastro in bocca per ore. 
Mentre pedalo, sfilano ai bordi della ciclabile, le more selvatiche che cominciano a maturare ed una  distesa immensa di piante di liquirizia , spontanee e rigogliose, che nascondendo le radici nel terreno che diventa sabbioso , digradano  verso il mare.
E' bello osservare le piccole foglioline verdi ondeggiare cullate dal vento che soffia spesso al crepuscolo.
Il rumore della risacca in sottofondo, le onde che rotolano sulle pietre bianche di questo tratto di mare vicino al fiume. L'azzurro dell'orizzonte.
Ed ecco che si affaccia fulminea l'idea.
Io, che non ho mai fatto liquori,  inaugurerò la mia prima volta preparando un liquore alla liquirizia : "anina nera", anima scura , anima dolce e  profumata. Con uno dei prodotti generosamente offerto dalla  terra , la liquirizia, tanto da essere considerato un prodotto tipico e d'eccelezza della mia zona.
La mia "Anima nera" ha profumato tutta la casa quando ha iniziato a scaldarsi dolcemente, ed io mi sentivo come la strega buona all'opera con una pozione magica , mentre con il cucchiaio di legno giravo il mio "elisir" scuro  che avrei annusato per ore.
Sono molto soddisfatta del risultato e ancor di più per l'apprezzamento dei miei ragazzi :) !


Ingredienti
80 g di spezzatina di liquirizia purissima (Menozzi & De Rosa per me)
600 ml di acqua
300 g di zucchero
300 ml di alcool a 95°

Come si fa :
Spezzettate più che potete in un mortaio a mano o nel robot da cucina, la spezzatina di liquirizia purissima.
In una pentola capiente, versate l'acqua e la liquirizia spezzettata. Ponete su fuoco molto dolce, senza far alzare mai il bollore, mescolate  in continuazione con una spatola e  fate sciogliere completamente la liquirizia. Ci vorranno 10-15 minuti.
Verso la fine, versate lo zucchero, fatelo sciogliere per qualche minuto, mescolando.
Fate raffreddare completamente. Quando il vostro sciroppo di liquirizia sarà freddo, aggiungete l'alcool e mescolate.
Filtrate il liquore ottenuto con un passino a maglie fitte,  ed imbottigliate.
Agitate le bottiglie ogni tanto e fate riposare per qualche giorno. Servite molto freddo.
Nota : Il tempo di riposo serve per aromatizzare meglio il liquore, ma può essere gustato anche subito.
Se poi ne versate un pò su una pallina di gelato alla vaniglia o al caffè, non sapete che meraviglia che gusterete !
Attenzione però, è noto che la liquirizia alzi la pressione, quindi consumate con parsimonia !

"Nel cervello c’è una zona speciale che potremmo chiamare memoria poetica che registra tutto quello che ci affascina o ci commuove, cioè che rende bella la nostra vita. "

(Milan Kundera ,L’insostenibile leggerezza dell’essere)

Buona giornata!










5 commenti:

  1. È bello leggerti perché hai descritto benissimo le sensazioni che provo anch'io pedalando sulla nostra pista ciclabile... :)
    La cosa che amo di più sono i profumi, di respira aria buona e si sta così bene.. ho visto le more e tra qualche giorno credo inizierò a raccoglierle come tutti gli anni ^_^
    Il liquore alla liquirizia è uno dei miei preferiti, di solito lo faccio con la polvere..e lo adoro! Un bacione cara :**

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia questo momento che ti dedichi..fai proprio bene, sono certa che dopo ti sentirai leggera e appagata ^_^ Un bacio Pat <3

    RispondiElimina
  3. La liquirizia mi piace moltissimo ed è una valida alleata per la mia pressione bassa. Le tue foto sono molto belle e il tuo racconto pieno di poesia!!!
    Una bacio e a presto^ ^

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia Patrizia! :)
    Con queste parole e queste immagini, hai saputo creare un'atmosfera bellissima!
    Il liquore posso solo immaginare quanto sia buono!!
    Un abbraccio cara

    RispondiElimina
  5. Quanto mi piacciono i tuoi post Patrizia!!!
    Sei bravissima a descrivere i posti, i ricordi e le sensazioni che sembra quasi di viverli!!!
    Immagino il profumo del tuo fantastico liquore e, come sempre complimenti per le splendide foto!!
    Un mega abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina

Grazie per l'attenzione e per i commenti che vorrai lasciarmi :) !
Patrizia