venerdì 13 giugno 2014

Pioggia d'estate



Sapete cosè una pioggia d’estate?
All’inizio la bellezza pura che irrompre nel cielo, quel timore rispettoso che si impadronisce del cuore, sentirsi così irrisori al centro stesso del sublime, così fragili e così ricolmi della maestà’ delle cose, sbalorditi, ghermiti, rapiti dalla magnificenza del mondo.
Dopo, percorrere un corridoio e d’improvviso penetrare in una stanza piena di luce.
 Un’altra dimensione, certezze appena nate.
 Il corpo non e’ piu’ un’involucro, la mente abita le nuvole, sua è la potenza dell’acqua, si annunciano giorni felici, in una nuova nascita.
Poi, come lacrime, che sono talvolta tonde, abbondanti e compassionevoli, si lasciano dietro una lunga spiaggia lavata dalla discordia, così’ la pioggia estiva, spazzando via la polvere mobile,  è per l’anima negli esseri un respiro infinito.
Quindi certe piogge d’estate si radicano in noi come un nuovo cuore che batte all’unisono con l’altro.

(da L’eleganza del Riccio di  Muriel Barbery )


Piove.
Piove, proprio di una pioggia d'estate mentre sto scrivendo , di quelle che non lavano via solo il caldo eccessivo( (non per me!)  di questi giorni.
Ogni volta che arriva un temporale estivo , ballano nella mia mente le parole bellissime della pioggia d'estate di Muriel Barbery.
Un libro che mi è rimasto dentro e che ho letteramente divorato.
Perchè non amo solo cucinare cose buone,  sono anche una gran "divoratrice" di libri.
Una passione la lettura, che ho dovuto rallentare  ma che comunque non abbandonerò mai.
E non c'è tempo migliore dell'estate per fare scorpacciate di libri.
Una sdraio, la brezza di mare,  creme solari, teli, pantaloncini corti, occhiali da sole.
E libri.

Ma le previsioni promettono temporali questo week end e, per quanto le pioggie d'estate hanno il loro fascino, non sono compatibili con quello che vorrei fare io durante i mie giorni di libertà.
Ma passiamo alla ricetta di oggi. 
In realtà questo è uno dei miei contorni estivi preferiti. Un contorno buono e versatile che io preparo sempre in gran quantità , appunto per farne avanzare per il giorno dopo e poterci condire la pasta.
Quando arrivano le zucchine dell'orto di mamma , praticamente mangiamo zucchine a volontà, quasi tutti i giorni.
A me non dispiace, mi piacciono così tanto!
Cerco di cambiare  ricetta ogni volta e le faccio girare.
Le più tenere e belle le metto sott'olio, dopo averle passate nell'aceto ed  aromatizzate con l'origano fresco . Che buon profumo che hanno i miei vasetti, quando d'inverno li apro ! Profumo d'estate !
Adoro  da matti la parmigiana di zucchine. O le zucchine ripiene. 
Grigliate e  condite con olio, balsamico, aglio e prezzemolo. 
Le quiche con le zucchine.  Il pesce con le zucchine.
E che meraviglia di croccantezza che sono  i "topacci"! 
Ormai li chiamiamo  tutti così : è stata  mia nipote a battezzarli topacci, i bastoncini croccanti e fritti di zucchine  della  sua adorata nonna! Una ricetta facile facile che magari vi passerò :) !
Ed infine, mi piace la  pasta, condita con le zucchine. Qualsiasi formato. Ma se corto è meglio !
Lo so che col caldo  accendere il forno può essere un problema.
Ma io vi lascio lo stesso la mia semplicissima ricetta.
Per le temerarie come me che il caldo, non lo temono affatto!
Contorno e condimento per la pasta. Buono sia caldo che freddo !

Ingredienti
5/6 zucchine
7/8 pomodorini datterini
1 ciuffo di prezzemolo
1 cipollotto novello (o 2 porri)
1 carota
50 g di parmigiano grattugiato
olio evo
sale, pepe
Inoltre
300 g di pasta formato ruote 
(o conchiglie o quel che preferite)
scaglie di parmigiano

Come si fa
Lavate le zucchine, dividetele a metà  nel senso della lunghezza e tagliatele a fettine sottili .
Raschiate e lavate  la carota, dividete anch'essa a metà e tagliatela a fettine sottili.
Affettate sottilmente la cipolla o i porri (a me piacciono molto!).
Lavate e tagliate i pomodorini in 4 pezzi e riunite tutte le verdute in una ciotola. Aggiungete il  prezzemolo tritato , il sale, il pepe e girate con un cucchiaio.
Trasferite le verdure in una pirofila da forno,  irrorate con  l'olio evo e fate cuocere per circa un'ora, in forno  a 190°-200°,girando le verdure con un cucchiaio a metà cottura circa.
Non aggiungete acqua.
Dieci minuti prima della fine della cottura, cospargete sulla superficie delle zucchine, il parmigiano grattugiato. Fate rosolare con il grill del forno.
Come già detto , è un ottimo contorno, ma anche un piatto unico ed un ottimo condimento per la pasta.
Vi basterà lessare la pasta, scolarla al dente e condirla con le zucchine al forno.
Buona sia calda che fredda, magari  se fredda, guarnita  con scaglie di parmigiano !

Buon fine settimana a tutti !
Patty 







6 commenti:

  1. che buono questo piatto e che meraviglia sei tu con queste parole così poetiche!

    RispondiElimina
  2. Una pasta perfetta per questa stagione, fresca come la pioggia d'estate :)

    RispondiElimina
  3. QUESTO PIATTO E' DAVVERO MOLTO BUONO , BRAVISSIMA ....UN ABBRACCIO

    RispondiElimina
  4. adoro questo formato di pasta e il tuo condimento è gustosissimo!
    buon we
    Alice

    RispondiElimina
  5. Ciao Patrizia, a quanto pare, oltre alla passione per la cucina, abbiamo in comune anche l'amore per la lettura! Hai ragione, l'estate è il periodo migliore per dedicarsi al relax e alla lettura...ricordo le mie estati da ragazzina...lunghe, lente, assaporate, divorate...tanti, tantissimi libri! Ora, l'estate sembra volare via in un attimo...ma i libri ci sono sempre. Anch'io adoro le zucchine in tutte le salse e la tua pastasciutta mi piace tantissimo! E' fresca e leggera...perfetta per questa stagione! Bravissima come sempre! Un abbraccio forte cara e grazie di cuore per le bellissime parole che mi hai regalato :-)) A presto, Mary

    RispondiElimina
  6. Belle le parole del libro...azzeccatissime!
    Ottima e gustosa anche la tua pasta, con tante buone verdure di stagione.
    Bacioni

    RispondiElimina

Grazie per l'attenzione e per i commenti che vorrai lasciarmi :) !
Patrizia