martedì 18 marzo 2014

Il mattino... ha il dolce in bocca !



E' scoppiata la primavera, così, all'improvviso.
L'aria fredda d'inizio marzo ha lasciato il posto a quel dolce caldo tipico della primavera inoltrata, tanto che quando usciamo in bicicletta sulla ciclabile, torniamo a casa con quel pò di colorito che precede l'abbronzatura.
Inutile che lo dica, lo amo da morire questo periodo che profuma di risveglio : ovunque è un tripudio di colori,di fiori, il tutto rallegrato dagli uccelli canterini che cinquettano a tutte le ore, al mattino specialmente, al nostro risveglio.
La natura da il meglio di sè e tutto è così perfettamente in equilibrio.
Mi piace sedermi di fronte alla porta finestra, osservare tanta bellezza attraverso il vetro e nei mattini più caldi, spalancarla tutta la finestra e lasciar entrare il profumo che sale nell'aria dalle mie piantine fiorite.
Ed assaporare un dolcetto per colazione. Il momento più dolce della giornata per me, anzi l'unico che posso concedermi in questo periodo a stecchetto (ma questa è altra storia) !
Mi trovavo una confezione di latte di soia che avevo preso per curiosità e per  provarne il sapore.
Dico la verità, non mi piace e non sapendo come utilizzarlo, perchè  a casa nostra non si butta via niente,  mi sono messa a cercare delle ricette per poterlo impiegare e sono arrivata QUI , mi è piaciuta l'idea delle briochine lievitate (per le graffe fritte, la prossima volta!) e detto fatto, le ho provate! Le mie sole modifiche sono state aggiungere all'impasto altro zucchero per rendere questo mio momento dolce più dolce :)  e diminuire il lievito di birra .
Sono davvero molto, molto soffici come nuvole!

Ingredienti:
500 gr di farina 0 (Petra 1 per me)
(40) 100 g di zucchero
60 gr di burro morbido
2 uova da 60 g ognuno  (pesate col guscio)
7 gr di sale
(15)  10  g di lievito di birra
100 g di acqua
150 g di latte di soia
1 cucchiaino di miele
semi di 1 bacca di vaniglia

Preparazione:
Sciogliete il lievito nella miscela di acqua, miele e latte di soia  leggermente tiepidi  e amalgamate con la farina, (tenendone da parte circa 3 cucchiai) nella ciotola della planetaria o come me, nella macchina del pane.
Sbattete leggermente le uova in un piatto con la forchetta ed aggiungete all'impasto amalgamato in questo modo : un terzo dell'uovo  sbattuto, metà zucchero e un cucchiaio di farina, un altro terzo d'uovo,  il restante zucchero e un cucchiaio di farina, il restante uovo ,il sale e un cucchiaio di farina, avendo l'accortezza che l'uovo sia del tutto assorbito prima di aggiungerne ancora. A questo punto aggiungete all'impasto i semini della bacca di vaniglia.
Continuate ad impastare per far prendere elasticità all'impasto, se usate una planetaria, mettete il gancio al posto della frusta ;cominciate ad aggiungere  il burro a piccoli  pezzi  e fate incordare per una mezz'ora circa, fino ad ottenere un impasto elastico, liscio e lucido. Da parte mia ho riavviato la macchina del pane ed ho fatto fare quindi due cicli d' impasto.
Infine, prendete l'impasto e versatelo sulla spianatoia infarinata, formate una palla, mettete in una ciotola infarinata, coprite con la pellicola e lasciate riposare fino al raddoppio. Ci vorranno circa 3 ore se usate meno lievito come ho fatto io.
A lievitazione avvenuta versate sulla spianatoia  infarinata l'impasto, sgonfiatelo con delicatezza senza fare troppa pressione per non interrompere il processo di lievitazione e ricavate tante piccole palline del peso di circa 50 g ognuna. 
Disponetele sulla teglia coperta di carta forno piuttosto distanziare, coprite con una tovaglia e lasciate riposare e lievitare ancora fino al raddoppio.  Spennellate ogni brioche con latte di soia zuccherato a piacere.
Preriscaldate il forno a 170-180° (dipende dai forni)  e cuocete per circa 15-20 minuti o fino a colorazione.
Avrete una  briochina per la colazione non morbida, di più, morbidissima !









"Ecco cos'hanno di simpatico le parole semplici, non sanno ingannare."

( José Saramago)

Buona giornata!

12 commenti:

  1. Sai che sono appena rientrata da una pedalata sulla pista ciclabile? :)
    Dobbiamo incontrarci per un caffè..o per una pedalata ^_^
    Il latte di soia a casa mia non manca mai, lo bevo al naturale o lo uso per frullati, e ovviamente mi piace nei dolci, quindi queste brioche mi ispirano proprio tanto!
    E diciamolo Pat, da noi questi giorni sembra Giugno :D
    Un bacio grande cara!

    RispondiElimina
  2. Bellissime e buonissime mia cara, non è che me ne passeresti una così l'assaggio??? dai dai...ho una fame!

    RispondiElimina
  3. Ciao Patrizia, è la prima volta che passo da te e ti devo dire che hai un log delizioso, belle le ricette e belle le immagini. Ti seguo proprio volentieri :). Sai che il latte di soia non piaceva neanche ame fino a qualche tempo fa? poi più lo bevevo e più ho imparato ad apprezzarlo. Un saluto, Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angela! Mi fa molto piacere averti qui, benvenuta :)

      Elimina
  4. O__O belleeeeeeeeeee ho anche quella farina, le proverò!!!! ^__^ baciiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  5. hai ragione Patri! che bello questo periodo, peccato che le previsioni mettono acqua e freddo per il fine settimana...!!
    come stai?
    ma che belli questi dolcetti, sai che anch'io non amo il latte di soia? ma.. i tuoi dolcetti sì da morire!
    baci e buona settimana

    RispondiElimina
  6. Sai che non ho mai provato il latte di soia? Le brioches sono davvero invitanti!

    RispondiElimina
  7. cara Patrizia , ma complimenti sono una vera meraviglia , io adoro i lievitati sono la mia passione , ma con il latte di soia non l'ho mai provato, grazie per la ricetta .....un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Ciao Patty!!!! Al mattino, con queste belle giornate, mi alzo sempre di splendido umore!!!! Certo che far colazione con una di queste briochine sarebbe proprio il massimo!!!!:)
    Un bacione cara!!!

    RispondiElimina
  9. Un risveglio così ha tutto un altro sapore, bellissime!!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Patrizia!Condivido le tue modifiche,a me le brioche piacciono dolci e quei 100g. secondo me,ci vogliono tutti!Il latte di soia ha fatto poi un ottimo lavoro,sono soffici e anche l'interno lo dimostra,insomma una pausa con i fiocchi,dolce e golosa!
    Amo questo periodo...ti dico solo,che sono salita or ora,ho annaffiato tutte le mie belle piante e mi sono bagnata anch'io dalla testa ai piedi...corro ai ripari subito,non vorrei beccarmi l'ennesimo raffreddore!
    Un bacione tesoro e che dire,sei sempre bravissima!

    RispondiElimina
  11. Ti dico la verità, anche a me il latte di soia non mi piace, però le tue brioscine sono venute benissimo! Brava. Da me sembra tornato l'inverno invece ... ha fatto finta di arrivare la primavera :(

    RispondiElimina

Grazie per l'attenzione e per i commenti che vorrai lasciarmi :) !
Patrizia