giovedì 14 novembre 2013

Brioches con pere e marmellata di arance amare



Ci sono delle ricette che partono male,  ma che alla fine fortunatamente, riescono ugualmente bene anche quando tutto trama contro di loro, quando tutta una serie di eventi sfavorevoli che ti vedono uscire in fretta da casa, compromettono il naturale svolgimento e fanno seriamente pensare di dover buttare tutto e riprovarci. 
Poi però va a finire che alle due e mezza del mattino, accendi ugualmente il forno e aspetti pazientamente che le tue piccole creazioni prendano colore e siano pronte, prima di buttarti tra le braccia di Morfeo che dispettosamente soffia sulle tue palpebre che ti tradiscono e non vogliono far altro che cedere !
Però,  nonostante questa partenza non proprio favorevole, dicevo, le mie briochine sono venute morbide come nuvole... Ma  poi qualcuno le ha mai toccate le nuvole ? Sono così soffici come  sembra solo a guardarle?
E' un lievitato anche questo, ispirato da una ricetta di un numero della  rivista Alice cucina  che prevedeva l'utilizzo di pere a pezzetti nell'impasto, ricetta che però io ho modificato in corso d'opera non avendo a disposizione il lievito madre e  alla quale ho fatto delle aggiunte.  Comunque, il prossimo passo che mi piacerebbe tanto fare, è un lievitato di quelli più elaborati, con le pieghe,  impasti e rimpasti, quelli  da professionisti, ma credo di non essere ancora pronta, non per mancanza di buona volontà o pazienza, quelle  non mi mancano, ma perchè questo tempo che mi perseguita, questo tempo che ogni giorno mi sfida quasi beffardo, corre più di me, quasi fosse un centometrista , nonostante che io di certo gli dia del filo da torcere !
Va beh, passiamo alla ricetta và !  E poi oggi è tornato a splendere il sole, dopo tre giorni ininterrotti di pioggia  e conseguente rischio alluvione che ogni volta ci tiene col fiato sospeso.
Buon giovedi !


Ingredienti
per circa 18 brioches :
600 g di farina 00
2 uova
1 tuorlo
120 g di zucchero di canna
250 g di latte
90 g di burro freddo
12 g di lievito di birra
1 pizzico di sale 
2 pere abate
succo di 1 arancia
marmellata di arance amare

Procedimento 

Sbucciate le pere, tagliatele a piccoli cubetti e immergetele nel succo d'arancia.
Sciogliete lo zucchero ed il lievito nel latte appena tiepido e versatelo nel bicchiere della macchina del pane o dell'impastatrice con la farina ed il pizzico di sale  . Amalgamate fino ad ottenere una massa omogenea e poi inserite le uova impastando per mezz'ora . Poco prima della fine del ciclo dell'impasto, agiungete il burro freddo tagliato a pezzetti ed amalgamate il tutto  . Infine, sgocciolate le pere dal succo d'arancia ed aggiungetele delicatamente all'impasto. Lasciate lievitare nella macchina del pane o in un contenitore coperto per circa 1 ora e mezza. Vedrete che lieviterà davvero tanto.
Rovesciate l'impasto sulla spianatoia infarinata e ricavate tante piccole palline, io ne ho fatte 18, trasferitele sulla teglia rivestita di carta forno piuttosto distanziate, spennellate con un poco di latte nel quale io ho diluito mezzo cucchiaino di marmellata di arance amare e lasciate lievitare di nuovo per altre due ore. 
Spennellate nuovamente, cospargete di zucchero di canna la superficie ed infornate  a 180°-200° per circa 20 minuti . Sfornate e lasciate raffreddare.
Quando saranno fredde, con una tasca da pasticcere munita di cannuccia  praticate un foro sotto e al centro di ogni brioche e spruzzateci dentro marmellata di arance amare.
A me il gusto della marmellata di arance amare piace tantissimo, il mio vasetto lo ha fatto in casa mia zia con i frutti del suo albero. Sto aspettando anch'io che maturino le arance amare del  mio alberello per farne marmellata, troppo buona ! Se non gradite il suo sapore, potete ovviamente sostituirla con confettura di pere o di altri frutti.

 




19 commenti:

  1. Interessante ricetta, potrei provarla visto che in dispensa ho un barottolo di marmellata di arance biologiche! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilaria ! Se la provi, fammi sapere se ti piace :) !

      Elimina
  2. ottime queste briochine...che dici se passo da te per la colazione di domani??? un bacione mia cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gruarda Ale, puoi venire quando vuoi, davvero ! Ho anche la camera per gli ospiti e per me sarebbe un gran piace abbracciarti dal vivo ! Un bacione, cara !

      Elimina
  3. Ci sono alcune ricette tesoro che sono spesso dispettose e attirano un disastro dopo l'altro ma se è una food blogger ad affrontarle allora per lei non c'è niente da fare alla fine deve cedere regalando una ricetta da favola con un risultato davvero incantevole come le tue bricohe amica mia dolcissima...sono una meraviglia davvero!!Un abbraccccccio forte,
    Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo cara Imma , per un contrattempo sono dovuta uscire di casa ! Ma chi la dura la vince, io le ho cotte a dispetto dell'orario !

      Grazie di cuore cara, un abbraccione !

      Elimina
  4. Ma che belle foto, tanto tenere e piene di dolcezza, l'importante è il risultato finale ed il tuo sembra ottimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie piccola, sei sempre tando cara :) Sono contenta di trasmettere positività , è bellissimo per me sapere questo... Ti abbraccio !

      Elimina
  5. Ciao Patrizia!! queste brioche sono stupenderrime!!! mettono un'acquolina guarda!! bravissima!!! a presto un abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede carissima, e devo ancora fare i tuoi cornetti turchi! O ma li farò !!!
      Un abbraccio :)

      Elimina
  6. Che brioches spettacolose, bravissima!

    RispondiElimina
  7. Alle 2 e mezza di notte ???? Beh...mi consolo perchè anche a me capita spesso di fare tardissimo chiusa in cucina. I lievitati sono dei tiranni quanto a tempo. Questo è il motivo per cui per me che lavoro anche dieci ore di fila fuori casa diventano una fatica improba. Nel fine settimana si concentrano altre cose per cui...restan delle belle foto sui libri che guardo. A dispetto dei contrattempi ti son venute soffici come nuvole. (P.S. Tutti pensiamo che le nuvole siano soffici e leggere. In realtà, ho scoperto in un documentario che...pesano tantissimo perchè contengono non ricordo quanti litri d'acqua). Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, a me difatti le nuvole non sembrano affatto leggere eh eh eh :), però chi li schioda i luoghi comuni ?
      Cara Cristina, come te molto spesso mi consolo a guardar le foto sui miei libri di cucina preferiti perchè lavorando fuori casa e avendo altre priorità più importanti quando rientro, non sogno di fare cose impossibili ad ogni costo ! Sono una food blogger atipica, in questo :) !
      Ma queste briochine le avevo impastate pensando che ci sarei stata con i tempi se solo non fosse stato che le ho dovute abbandonare costretta ad uscire di casa per un'emergenza! Rientrata alle due di notte, o le buttavo o le cuocevo, ho preferito la seconda! Un abbraccio e grazie ... !

      Elimina
    2. Ciao cara Patty ,vedi non tutto il male viene per nuocere!Certo che solo delle food blogger possono infornare di notte.....come me che ti scrivo e sono le 4!!!!!Ma di giorno chi ha tempo?Che golosita' queste briochine!!!!acolazione ne mangerei una ...invece Pavesini!!Evvai!!
      Un abbraccio
      Vivi

      Elimina
  8. Sai che adoro la marmellata di arance sopra ad ogni cosa???:) Queste brioche sono strepitose...coma hai fatto a farle alle due e mezza di notte? Tantissimi complimenti cara!!! Un bacione!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Grazie Simo , ho dovuto fare di necessità virtù, mi dispiaceva perdere tutto :)
      A me non piace buttar via le cose, specialmente se si tratta di cibo !
      Un abbraccio !

      Elimina
  9. Buonissimi e che preparazione deliziosa complimenti

    RispondiElimina

Grazie per l'attenzione e per i commenti che vorrai lasciarmi :) !
Patrizia