martedì 7 maggio 2013

Crostata con crema, amarene e savoiardo


Pioggia di maggio
Passa una nuvola come un cigno
dentro il cielo senza rughe.
Scioglie la pioggia nell'orto verdigno,
tocca fronde, lava lattughe.
Sfatta la nuvola rimane il bello
e questo fiato da bocca di fiore,
l'orto fresco di colore
e la musica d'un ruscello.
Rimane il cielo così pulito
con un'allodola così sincera
che appena dici una preghiera
già cammina nell'infinito.
(Renzo Pezzani)

E' iniziato così il mese di maggio, con nuvole come cigni in un cielo senza rughe. Ed una pioggerella sottile che profuma di rose ed erba bagnata con in sottofondo il verso delle tortorelle che vengono a tubare proprio davanti casa mia, tranquillamente posate sui pali delle bandiere della piazzetta. E domenica  sul lungomare tra le tamerici, ho rivisto e sentito festose le prime rondinelle, sono tornate anche loro! E' bello quando arriva maggio; anche la fontana ha ripreso a zampillare, ed è così rilassante sentire il suo scroscio leggero attraverso la  portafinestra spalancata della mia cucina che sembra quasi di cucinare all'aperto!
La ricetta che vi propongo oggi  proviene da una delle riviste da me preferite "La cucina italiana" , una ricetta del numero di maggio che mi è piaciuta subito e che ho voluto provare con un risultato che mi ha soddisfatto per una crostata molto buona e profumata! Non ho cambiato nulla, ho solo tuffato nella crema una manciata di amarene sciroppate pensando al Pasticciotto pugliese che tanto mi piace e che questa crostata  ricorda un pò, lo conoscete? Magari prossimamente vi proporrò la mia versione! 

Ingredienti :
Pasta frolla
300 g di farina 00
100 g di farina di riso
50 g di farina di mandorle
200 g di burro
160 g di zucchero
1 uovo
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
1 pizzico di sale
Crema pasticciera
250 g di latte
70 g di zucchero
15 g di farina
3 tuorli
1/2 baccello di vaniglia
amarene sciroppate (mia aggiunta)
Savoiardo
60 g di zucchero
25 g di farina
25 g di fecola
10 g di miele
1 uovo
1 cucchiaio di acqua di fiori d'arancio
1 pizzico di sale

Procedimento :
Iniziate con preparare la psata frolla : miscelate le farine con lo zucchero, la vaniglia, il sale ed impastate con il burro morbido a pezzetti : unite l'uovo e lavorate fino ad ottenere un panetto. Avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare. 
Nel frattempo preparate la crema pasticciera : scaldate il latte con il baccello di vaniglia inciso per lungo e metà dello zucchero; intanto battete i tuorli con lo zucchero rimanente e la farina. Unite il latte quasi bollente sui tuorli e girate. Cuocete a fiamma bassa per 4-5 minuti fino a quando si addensa. Spegnete, coprite con la pellicola a filo. 
Preparate ora il savoiardo: separate l'albume e montatelo con 40 g di zucchero ed un pizzico di sale a neve ben ferma. Montate anche il tuorlo con 20 g di zucchero e il miele, unite infine l'acqua di fior d'arancio. Riunite il tuorlo all'albume girando delicatamente per non smontarlo e quindi incorporate la farina e la fecola e raccogliete il composto in una tasca da pasticciere.
Stendete la pasta frolla e foderate uno stampo per crostate di 22 cm di diametro, prima il fondo e poi i bordi con una striscia piatta di pasta. Riempite la pasta con la crema , mettete qua e là le amarene sciroppate fecendole scendere nella crema, poi coprite con il savoiardo distribuendolo con la tasca da pasticciere, a filoncini . 
Infornate a 175° per 55-60 minuti. Servite spolverizzando di zucchero a velo. Io ho esagarato un pò con lo zucchero a velo rendendomi conto solo alla fine che questo copre un pò l'effetto carino e ondulato del savoiardo di copertura !





E con questa ricetta, visto che non l'ho ancora fatto, vi auguro un sereno e dolce mese di maggio!

Enjoy!

Patrizia

26 commenti:

  1. Buooono il pasticciotto pugliese:D e ottimo questo connubio amarene+crema pasticcera! Le amarene le propongo presto anche io con la cioccolata però! (Sì, sono una persona golosa;)
    Maggio è un mese magico, vedo che anche tu condividi il mio pensiero!
    :*

    RispondiElimina
  2. Vorrei davvero riuscire a vedere con occhi tanto delicati e poetici questo cielo grigio e minaccioso e immaginare come una brezza sottile quel vento che ieri strattonava violento l’ombrello! La verità è che avrei tanta voglia si sole. Sole e caldo, cielo azzurro e vestini leggeri e svolazzanti.
    E magari anche di una bella e golosa fetta di crostata. Mamma che goduria quel ripieno. La tua aggiunta di amarene è stata molto più che azzeccata. Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  3. Direi che le amarene sono un tocco di genio! sarà che le adoro ma secondo me arricchiscono in maniera davvero golosa questa crostata! Qui più che venticelli abbiamo bufere... ma attendo fiduciosa il sole :)
    Un baciotto e buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Questo dolce mi piace moltissimo, scommetto che a colazione è la fine del mondo...
    Buona giornata

    RispondiElimina
  5. Piuttosto impegnativa ma dal risultato fantastico, bravissima!!!

    RispondiElimina
  6. Patrizia, sei fantastica!!!!! Questa crostata è strepitosa!!:) un bacione e buon pomeriggio!!!

    RispondiElimina
  7. mamma mia questa è una vera delizia non si può resistere, ma una fatta a me no? baci invidio i tuoi commensali ed amici

    RispondiElimina
  8. Bellissima e golosa!!! Complimenti, un bacio e buona serata

    RispondiElimina
  9. Ciao! Piacere di conoscerti sono paola del blog cookingedintorni.blogspot.it, sono passata qui per caso e ho deciso di diventare una tua lettrice, perchè prepari delle cose davvero deliziose. Complimenti!
    Se ti va, senza alcun impegno ovviamente, potresti passare nel mio blog ed esprimere il tuo voto per la mia ricetta "Primavera di calamari" nella sfida finale del contest a cui sto partecipando: “ Tutti i colori del cibo” oppure digitando il seguente link
    http://www.nastrodiraso.com/wordpress/tutti-i-colori-del-cibo-la-sfida-finale.html.
    Grazie mille e a presto
    paola

    RispondiElimina
  10. Ciao ma che bella questa torta!E' una tipologia di dolce che pure io amo molto con la crema dentro....davvero una bellissima torta ciao cara e complimenti Lia

    RispondiElimina
  11. Tra farina di riso e farina di mandorle questa frolla la immagino setosa! Gran bella ricetta, anche io amo molto la rivista da cui hai attinto! Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  12. Anch'io ho rivisto domenica le prime rondinelle, le ho guardate per un po' dalla finestra e mi sono detta: è fatta :))), la primavera è qui. Infatti siamo già a manica corta.
    Bellissima la tua crostata, così cremosa, mi mangerei subito una fetta!!!

    RispondiElimina
  13. Quanto mi piace!!
    Bravissima Patrizia, la voglio fare subito!!
    Un bacione e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  14. cara Patrizia,complimenti e' un vero capolavoro ,bella da vedere e golosissima da mangiare....un abbraccio grande.

    RispondiElimina
  15. Che magnifica torta, sei bravissima!! :) Te ne rubo una fetta...
    Buona serata!

    RispondiElimina
  16. Patrizia abiti in un posto bellissimo..... ci credo che poi fai queste magnifiche ricette!!!
    Anch'io faccio spesso il pasticcio del Salento, mi piace assaiiiiiii!!!
    Un bacione.

    RispondiElimina
  17. meraviglia delle meraviglie...questa crostata è divina...allora ho deciso: mi trasferisco da te, ok??? :) sei tanto brava e poi fai sempre cose che mi piacciono un sacco...

    RispondiElimina
  18. Quante belle ricette mi sono persa! Devo rimediare al più presto.Buona serata!

    RispondiElimina
  19. Arrivo sempre in ritardo nelle risposte, ma arrivo e vi dico che sono contenta che la mia crostata vi sia piaciuta :)
    In effetti era proprio buona ed è finita subito!
    Se la provate e me lo fate sapere, mi farà piacere , fa pure rima !
    Un bacione a tutte e grazie di cuore , i vostri commenti sono linfa per me !

    RispondiElimina
  20. ciao Patrizia, una crostata veramente deliziosa e come pensavo leggo che è finita subito. mi iscrivo tra i tuoi followers se ti va di fare la stessa cosa ci teniamo d'occhio,) buon we

    RispondiElimina
  21. Ciao Patrizia piacere di conoscerti! Arrivo dritta dritta dal blog di Damiana che mi ha permesso di conoscere il tuo di blog! Complimenti le ricette mi piacciono un sacco e quindi ovviamente da oggi ti seguo per prendere idee da te :D
    Un abbraccio ed a prestissimo

    RispondiElimina
  22. Piacere cara Patrizia, vengo dal blog di Damiana, devo dire che ho trovato un blog davvero ben fatto. Questa crostata con il savoiardo sopra fatto da te è una vera chicca, una delizia che non avevo visto prima da nessuna parte. Mi fa piacere salvarla per provare a riprodurla prossimamente. Anche i miei figli mi chiedono sempre che c'è da mangiare però delle volte non ne posso più di sentirmelo chiedere. Ci vorrebbe un frigo come il pozzo di San Patrizio con loro! A presto e buona settimana. mony***

    RispondiElimina
  23. Patrizia è bellissima questa crostata, mette l'acquolina solo a guardare!!!
    Buon we, un abbraccione!!

    RispondiElimina
  24. Ciao Patrizia! Un grande piacere passare da queste parti... hai un sito molto curato, con ricette golose.. le foto sono molto belle, complimenti! Ti seguo volentieri!!!!

    RispondiElimina
  25. ciao Patrizia è un piacere per me essere qui, ci sono arrivata per caso saltellando da amica ad amica....e mi ha colpito questa torta che trovo deliziosa... da oggi mi aggiungo ai tuoi follower ....mi piace l'aria che si respira qui...complimenti .....ciao a presto....!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tonia, un grazie di cuore per le tue belle parole e benvenuta tra le mie pagine ! E' un piacere per me averti qui ! L'aria che si respira qui spero che sia sempre coinvolgente per te,ed è bellissimo per me il tuo complimento, da parte mia ci metto tutta la mia passione ! Grazie ancora, a presto !

      Elimina

Grazie per l'attenzione e per i commenti che vorrai lasciarmi :) !
Patrizia