giovedì 25 aprile 2013

Alici in carpione alla mia maniera


Avevo comprato delle alici freschissime con l'intenzione di cucinarle a beccafico (le adoro!) oppure in tortino per la cena . Il pesce azzurro è tra i miei preferiti perchè ricco di sapore, veloce da cucinare, economico e sicuramente perchè fa bene, lo dicono tutti i nutrizionisti che fa bene e che bisogna mangiarlo spesso!
Ma poi quella sera non ho cenato a casa e allora, rientrata tardissimo,  mi ricordo delle mie alici in frigo, che  per fortuna avevo già pulito e diliscato che certo non voglio lasciare così fino al giorno dopo e quindi,  armata di buona volontà nonostante la stanchezza, mi chiudo in cucina e preparo il mio carpione!

Ingredienti :
800 g di alici
farina q.b.
olio di arachidi per friggere
succo di un limone 
100 ml di aceto di vino bianco non troppo forte
una cipolla
prezzemolo
foglie di alloro
pepe bianco in grani

Procedimento :
Il lavoro più lungo e fastidioso è sicuramente pulire le alici : togliete le viscere e le teste, poi apritele a libro e togliete anche le lische. Sciacquatele  bene una alla volta mentre le pulite con acqua fredda corrente e  disponetele in una scolapasta . Lasciatele scolare.
Disponete la farina in un piatto ed infarinate le alici. Nel frattempo fate scaldare in una larga padella l'olio di arachidi, scuotete le alici della farina in eccesso e friggetele nell'olio bollente senza sovrapporle per pochi minuti, rigirandole una sola volta.
Con una schiumarola sgocciolatele e mettetele  sopra della carta assorbente in modo che perdano l'unto in eccesso. Fate raffreddare.
Preparate ora il carpione : disponete in un  contenitore di vetro provvisto di coperchio, uno strato di alici, un poco di cipolla affettata, un pezzetto di peperoncino, il pepe e una foglia di alloro.  Salatele e spruzzate con un pò di limone , un pò di aceto e dell'olio di oliva . Ripetete questa operazione per tutti gli strati di alici , a finire. Ricoprite con l'olio, incoperchiate e ponete nel frigo a riposare per un giorno intero prima di gustarle.
Queste alici sono ottime servite come antipasto freddo ma anche come secondo insieme ad altro pesce fritto.
Si conservano per tre-quattro giorni, sempre che ci arrivano, a me piacciono così tanto che se mi ci metto, le mangio tutte in una volta !

5 commenti:

  1. Piccantine quanto basta, devono essere gustosissime preparate così :) E' da tanto che non prendo più le alici. Non riesco mai a trovarne di davvero fresche. Mi hai messo proprio voglia con questa ricetta. Un bacio, buona serata

    RispondiElimina
  2. Bella ricetta Patrizia!!
    Se domani trovo le alici la provo!!
    Un bacione e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  3. Ciao Patrizia, complimenti per il blog, sei davvero molto brava!
    Mi piace moltissimo questa ricetta, non l'ho mai fatta, ma leggo che si può fare in anticipo (anzi, è consigliato farlo) quindi ancora meglio.
    Da provare sicuramente, le alici mi piacciono e tutto il pesce azzurro in generale. Grazie!

    RispondiElimina
  4. Anche io me le mangerei tutte! Ma col pesce devo andare cauta ....ho un marito moooolto schizzinoso, e a me piace molto!Il pesce , ma anche mio marito , quindi solo al forno con le patate ( il pesce).
    Che confusione, ma e' tardi.Un bacio , Vivi.

    RispondiElimina

Grazie per l'attenzione e per i commenti che vorrai lasciarmi :) !
Patrizia